STRUMENTI DEL PDA

IL QUESTIONARIO DI ACCOGLIENZA

Il questionario viene compilato dall’operatrice di accoglienza ed ha la funzione di:

  • Raccoglie dettagli sulla vessazione/discriminazione vissuta dal lavoratore/lavoratrice.
  • E’ una traccia per organizzare i successivi colloqui con i professionisti del Punto di Ascolto.
  • Consente un uso guidato ma flessibile dell’intervista.
  • Getta le basi per il successivo percorso di approfondimento.
  • Registra le aspettative del lavoratore/lavoratrice nei confronti del Punto di Ascolto.

LA SCHEDA INFORMATIVA

La scheda informativa viene compilata dall’operatrice di accoglienza per raccogliere informazioni in formato anonimo standardizzato e a scelta multipla;
Comprende:

  • il profilo personale del lavoratore (sesso, età, cittadinanza, titolo di studio).
  • la descrizione della vessazione in forma quantitativa (durata; tempo di occorrenza).
  • il profilo professionale del lavoratore (mansione; contratto; orario di lavoro).
  • le caratteristiche del contesto lavorativo (settore economico; settore giuridico; dimensioni aziendali).

SCHEDA DI RILEVAZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEL DISAGIO

La scheda di rilevazione delle caratteristiche del disagio viene compilata dal professionista incaricato per evidenziare le caratteristiche del disagio sulla base di quanto è stato riferito dal lavoratore. È strutturata in formato anonimo, standardizzato a scelta multipla. Raccoglie i seguenti dati:

  • eventuali situazioni di causalità (mutamenti aziendali; rifiuti o richieste del lavoratore, infortuni o malattie, ecc).
  • tipologie di molestie.
  • soggetti autori delle molestie (sesso, ruolo).
  • criticità emerse (es. discriminazioni, stress, violazioni di diritti, ecc.).
  • conseguenze (infortuni, malattie, assenze, dimissioni, licenziamenti, ecc.).

ATTESTAZIONE DELLE PRESENZE

L’attestazione delle presenze viene rilasciata su carta semplice con il logo del Punto di Ascolto, su richiesta del lavoratore/lavoratrice.
Nell’attestazione sono indicati i seguenti dati:

  • il nome del lavoratore/lavoratrice.
  • le date dei diversi colloqui effettuati presso il PDA e il nome del consulente che li ha effettuati.
  • eventuale partecipazione ad un percorso di empowerment.